La grande impresa di Stefania a Milano: un “atelier” del migliore artigianato siculo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Un’imprenditrice messinese sta vivendo una “seconda vita” grazie ad un’attività commerciale in cui stanno credendo sempre più artigiani rappresentanti di diversi settori.

Ha creato un cuore di Sicilia, che pulsa di passione per la sua terra natia, nel centro di Milano: la messinese Stefania Quagliata Vender, 55 anni, dopo un ventennio da imprenditrice in Sicilia nel settore delle forniture per ufficio e un matrimonio finito, per amore del nuovo consorte ha venduto l’azienda e si è trasferita a Milano.

«Sono arrivata a Milano – racconta – e per un paio di anni mi sono dedicata ad aiutare i miei tre figli (oggi uno è medico, un altro lavora nell’impresa del padre in Sicilia e uno, Gianluca, lavora con me) ad inserirsi nel nuovo contesto. Ma mi mancava il contatto con il pubblico. Mi sarebbe piaciuto aprire un negozio e volevo che avesse a che fare con la Sicilia, ma non avevo ancora un’idea precisa. Ho allora preso un aereo, sono venuta in Sicilia, sono salita in auto e in 5 giorni ho percorso più di mille chilometri.

E mi si è aperto un mondo: scoprendo tante piccole realtà artigianali di eccellenza, ho compreso che l’ideale sarebbe stato portare a Milano le loro creazioni nei più vari settori (dalle ceramiche ai gioielli, dai tessuti alle essenze e ai profumi, dalle borse ai complementi di arredo, dal food dolce e salato ai liquori e all’olio). Da soli, infatti, non avrebbero mai avuto la forza di uscire dal loro territorio».

Articolo

Language